NP

Nanni

ponchietti

Dipingere

Dipingo su tela, coi colori a olio, pennello e spatola. La spatola è davvero divertente e abbastanza dificile da controllare. I soggetti sono immaginari. Proverò l’acquerello, una tecnica impegnativa. Mi piace la sfida.

Gioco

Gioco on line giochi di ruolo massivi spazioali come Eve Online, giochiamo anche in 20.00 insieme, spesso ci azzuffiamo in 8.000 nello stesso sistema solare. inoltre gioco a Flight Simulator, Call of Duty, e simili… adrenalina.

Musica

Adoro il pop, soul, e tutta la musica. Michael Jackson, George Michael, Bee Gees, Genesis, Led Zeppeling… ogni tanto mi appassiono ad altri interpreti. I musicisti sono la colonna sonora della vita e dello spirito.

Fotografia

E’ bellissimo cogliere l’attimo del presente e riguardarlo in seguito, ricordando e riflettendo il momento.

Radio

La radio è stata la culla della giovinezza, un ambiente esclusivo e estremamente divertente e appagante. Ho fatto lo speaker notturno e il produttore di spot. Non posso immaginare quel periodo senza. un mondo a se di cui son orgoglioso e fortunato di esserve stato membro. Grazie e Gianfranco che mi ci portò e a Giuseppe per avermi accettato. 

Programmazione

Ho imparato a programmare per necessità. Il mio paziente mentore, Augusto, mi insegnò i rudimenti di visual basic, allora era alla versione zero così come quella di windows, appena un programma abborracciato, ma ci vedemmo giusto. Programmo MyShop, gestionale di magazzino: saranno state scritte almeno un milione di righe di codice, nelle varie versioni.

Costruire

Ho costruito parecchie case, ristrutturato palazzi e chiese. E’ un’eredità generazionale, nonni, zii e il mio splendido padre costruttori di vecchio stampo:  incredibilmente talentuosi, l’ho scoperto man mano che anch’io imparavo l’arte. Costrutivano di tutto con la semplicità di mangiare un panino. Ma quanto sacrificio…

Scrivere

Già da piccolo scrivevo poesie e piccoli racconti. Alle medie lo stile di scrittura raggiunse una tale elaboriosità che una supplente mi chiese di spiegargli cosa avevo scritto. Una professoressa allora mi fece capire l’importanza della forma di dialogo idonea a chi ci ascolta o legge: il dono della semplicità. Scivo libri di fantascenza e racconti di esperienze avute in giro, sopprattutto alla radio.

Progettare

Mi piace progettare un futuro, come sarà, come diventerà, chi lo userà. Il disegno tecnico imparato a scuola è stato un ottimo strumento per spiegare agli esegutori i progetti. Conosco geni assoluti in questo campo, io appena mi diffendo, ma mi basta.

Suonare

Da ragazzo avevo imparato un pò di chitarra e con l’armonica a bocca suonavo alcune canzoni di … abbandonai probabilmente per non aver avuto un mentore e uno strumento adeguato. Un giorno di qialche mese rivalutai il sogno, anche perchè oggi zio google da a disposizione un’infinità di aiuto e tutor on-line. Suono la chitarra elettrica a livello dilettantistico ma mi diverto.

Grafica digitale

Adoro la grafica digitale, è veloce e piena di strumenti ogni girono più divertenti e innovativi. La uso per la programmazione, siti web e presentazioni. E’ un’arte molto esilarante e appagante.

Business Manager

Il primo negozio che ho creato era un alimentare che aveva gli scafali industriali e i prodotti venivano venduti dalle scattole, esatto era l’inizio del discount, allora non era coniata neppure la parola. Il registratore di cassa elettronico era agli albori, tanto che per ricevere il file di vendita ci volevano 4 ore e mezza, oggi qualche secondo. Costava 25 milioni di lire, una fortuna allora.
Tra le altre bellissime realtà create, Join e Vitadynamics.

Sport

Pallavolo e tanta pesca subaquea preferibilmente notturna e sempre in apnea. anche 4, 5 ore di seguito. Il mare ha un suo universo, quello notturno è affascinante, intrigante e temerario, ma che pescate però…

Poi il corpo ha detto che bastava e allora…

Filosofia

Nel 1980 insieme a Gianfry ascoltai due conferenze di Pier sulla mente umana. Mollammo tutto e andammo a Milano per saperne di più. La più grande avventura spirituale di tutti i tempi (e sono molto lunghi). Aprii un gruppo e pian piano negli anni studiai e sperimentai i procedimenti. Ci vogliono vite a raccontare tutto. Son riuscito a ritrovare una parte di me, per il resto ci sto ancora lavorando. Grazie Ron

Family

Quanta fortuna essere capitato in questa famiglia. Sono orgoglioso di farne parte. Mi hanno allevato come un cocco di mamma, di babbo, di Angelo e di Peppe… poi dopo dieci anni arrivò Giò <3

Scrivimi

Sono interessato a ciò che hai da dire, puoi commentare tutti i miei post o mandarmi una email.

4 + 5 =